11/09/2017

Piano Regionale per le Infrastrutture di Ricerca

L’esecutivo regionale ha approvato il documento strategico che definisce le linee di azione per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture di ricerca

La Giunta regionale della Calabria ha approvato, con delibera, il Piano Regionale per le Infrastrutture di Ricerca –PRIR.

Il documento strategico definisce gli obiettivi e le linee di azione per sostenere lo sviluppo delle infrastrutture di ricerca con proiezione nazionale e delle infrastrutture per la ricerca e l'innovazione di maggiore interesse per il sistema produttivo regionale, in coerenza con le aree di innovazione della Strategia di Specializzazione Intelligente della Calabria (S3 Calabria) e in sinergia con le politiche e gli strumenti definiti a livello europeo e nazionale.

Con una dotazione finanziaria complessiva di circa 46,6 milioni di euro la Regione Calabria attraverso il PRIR intende offrire maggiore competitività al sistema scientifico e tecnologico regionale nei circuiti nazionali ed internazionali e un'aumentata apertura e attrattività verso ricercatori, operatori e imprese ad alta tecnologia esterne. Il Piano persegue l’obiettivo, inoltre, di realizzare una concreta ricaduta sul sistema di innovazione regionale in termini di aumentata occupazione qualificata e di maggiore competitività delle componenti più innovative del sistema produttivo.

Il Piano, nello specifico, prevede l’attivazione di quattro azioni.

  • Interventi per il consolidamento di infrastrutture di ricerca regionali con proiezione nazionale
  • Azioni integrate di valorizzazione delle infrastrutture di ricerca di interesse nazionale
  • Sviluppo delle competenze e mobilità internazionale per le IR
  • Potenziamento e sviluppo delle IR dei Poli di Innovazione

L’articolazione del Piano è frutto di un percorso di costruzione "partecipato", sviluppato grazie ad una ricognizione del sistema regionale e attraverso tavoli tematici dedicati, che ha permesso di consolidare l'analisi delle sinergie fra il sistema delle infrastrutture di ricerca e la rete regionale dei Poli di Innovazione e Distretti Tecnologici.

Le risorse di cui beneficia il PRIR derivano da un quadro composito di integrazione tra diverse fonti di finanziamento che mobilita circa 38,8 milioni di euro del POR Calabria 2014-2020  e altre azioni correlate quali il Programma Complementare – Programma di Azione e Coesione (PAC).

Tra le misure previste dal PRIR è già in pre-informazione l’avviso pubblico per la selezione dei soggetti gestori Poli di Innovazione regionali. Il bando prevede, per le sole Infrastrutture di Ricerca, un impegno di 24 milioni di euro (Azione 1.5.1.) finalizzati all’implementazione delle IR esistenti o all’acquisizione di nuove infrastrutture, al servizio dei bisogni di ricerca e innovazione del sistema produttivo regionale.