Progetto Banda Larga e Ultra Larga Calabria

Il futuro non può aspettare 

Il progetto nasce per consentire la realizzazione in Calabria della rete di nuova generazione in fibra ottica, al fine di favorire la connettività attraverso la banda ultralarga dei comuni della Regione, contribuendo così al raggiungimento degli obiettivi previsti dall’Agenda Digitale Europea. E’ già in fase di completamento la copertura di rete di ben 223 comuni calabresi.

L'investimento complessivo di oltre 100 milioni di Euro, di cui 63,5 milioni di fondi pubblici europei FESR e 36,6 milioni a carico di Telecom Italia, ha permesso la copertura del 70% della popolazione calabrese. Nei comuni interessati dal progetto, saranno raggiunte circa 800 mila unità immobiliari con connessioni fino a 30 Mbps, e più di 980 edifici, tra sedi della Pubblica Amministrazione centrale e locale e delle Forze Armate, istituti scolastici, uffici della Pubblica Istruzione, ospedali e strutture sanitarie.

La disponibilità di questa moderna infrastruttura consentirà ai privati e alla Pubblica Amministrazione di usufruire e sviluppare nuovi servizi, favorendo la migrazione verso un modello di digital life in grado di migliorare la qualità della vita dei cittadini e di aumentare la produttività delle imprese.

Il progetto strategico a risonanza nazionale vede nell'iniziativa la netta rispondenza alle linee guida contenute nella Comunicazione del 20 marzo 2006 n. 129 "Bridging the Broadband Gap" e la volontà di concorrere ad uno sviluppo sociale generale, attraverso l'abbattimento del divario territoriale digitale finalizzato al raggiungimento di un significativo aumento nella crescita delle competenze, nella diffusione dei servizi, nello sviluppo dei territori rurali, in allineamento con le best practice europee, per un uso sempre più consapevole del digitale nell'ambito dell'e-government, della e-health, dell'e-elarning e dello sviluppo delle aree rurali.

La Regione Calabria, in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico, al fine di garantire accessibilità alla rete in maniera equa a tutti i cittadini calabresi, attraverso Infratel Italia SPA, realizzerà le restanti infrastrutture, essenziali per garantire la completa copertura del territorio regionale.

Con la nuova Programmazione 2014-2020 si provvederà ad un secondo intervento BUL del valore di 38 milioni di euro, già avviato nel corso della programmazione 2007-2013, per il completamento della copertura in banda ultra larga dei restanti 182 comuni calabresi, raggiungendo così, con connessioni a 30 Mbps, circa il 97% della popolazione regionale.

Si prevede che entro il 2016, la Calabria sarà tra le regioni più connesse d’Italia. Cittadini, imprese e istituzioni locali avranno facile e veloce accesso a dati ed informazioni. La diffusione della banda ultralarga rappresenterà un fattore abilitante e strategico per competere ed essere efficienti, condizione essenziale per l'aumento della produttività delle imprese e il miglioramento della qualità della vita dei cittadini.

Le Infrastrutture e i servizi di base consentiranno di ideare servizi online a disposizione di cittadini e imprese, secondo il modello partecipativo di Open Government, garantendo l'accesso al patrimonio informativo e maggiore inclusione nell’ attività amministrativa regionale; esse permetteranno l'utilizzo di nuove tecnologie a supporto dell’innovazione per un reale cambiamento in ambito sociale, sanitario ed economico.