Fondi europei ed S3

Condizionalità ex-ante

Il nuovo ciclo di programmazione della Politica di Coesione 2014-2020 prevede, come condizione preliminare all'utilizzo delle risorse comunitarie, che le autorità nazionali e regionali mettano a punto strategie di ricerca e innovazione per la "specializzazione intelligente", al fine di consentire un utilizzo più efficiente dei fondi strutturali e un incremento delle sinergie tra le politiche comunitarie, nazionali e regionali.

In particolare, la Strategia di Specializzazione Intelligente costituisce (Reg. (UE) n. 1303/2013) una cosiddetta "condizionalità ex-ante" per gli interventi previsti dai Programmi Operativi regionali e nazionali nell'ambito dell'Obiettivo tematico 1 "Ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione " che coinvolge per alcuni specifici aspetti anche l’Obiettivo tematico 2 "Agenda digitale"  e l’Obiettivo tematico 3 "Competitività dei sistemi produttivi".

Con la definizione della Strategia Nazionale di Specializzazione Intelligente (SNSI, maggio 2016) e della S3 Calabria (Luglio 2016), tale prerequisito è stato soddisfatto a livello nazionale e regionale.

 

Impatto sugli interventi finanziati dai Programmi Operativi

In questo quadro, tutte le azioni e i fondi dell'Asse 1 del POR Calabria 2014-2020 e quelli del PON Ricerca e Innovazione 2014-2020 possono finanziare solo gli interventi coerenti con le aree di innovazione e le specifiche traiettorie della S3 regionale e nazionale. La coerenza con la S3 è pertanto uno specifico criterio per l'ammissibilità degli interventi di ricerca e innovazione.

Inoltre, l'Asse 3 "Competitività dei sistemi produttivi" del POR Calabria 2014-2020, recependo le disposizioni comunitarie, stabilisce che i contributi a fondo possono essere concessi esclusivamente alle imprese appartenenti alle Aree di Innovazione della S3.

A tale proposito, la Regione ha individuato e provvede ad aggiornare un elenco delle attività economiche (classificate secondo i codici ATECO ISTAT 2007) che sono associate alle Aree di Innovazione della S3.

Le PMI e i liberi professionisti, pertanto, per poter presentare domanda di agevolazione per contributi a fondo perduto sull'Asse 3  del POR Calabria (ad esempio, contributi a fondo perduto per servizi reali alle imprese, per investimenti in attrezzature e macchinari, ecc.), devono svolgere un'attività economica (individuata da un codice ATECO) afferente alle Aree di Innovazione della S3 ricompresa nell'elenco.

Di seguito si riporta il link all’elenco adottato per l’Avviso Azione 3.1.1 “Aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, e accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale” (DDG n. 14891 del 29 novembre 2016 - Allegato A).

Si noti che in detto elenco non sono incluse le attività economiche escluse dall'applicazione del regolamento "de minimis".

 

Elenco settori attività economica (ATECO 2007) ammissibili per Aree di Innovazione della S3 - adottato a novembre 2016 (DDG n. 14891 del 29 novembre 2016 - Allegato A) per il bando "macchinari e impianti". Verificare eventuali aggiornamenti