Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Asse: 11 / Azione: 10.5.7 / Fondo: FESR /

Stato del bando : conclusione

Pubblicato sul BURC BURC n. 47 del 07/05/2018

Scadenza 31/10/2018


Progetto Strategico Regionale CalabriAltaFormazione

Progetto Strategico Regionale CalabriAltaFormazione 
Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali
POR FESR/FSE Calabria 2014/2020 - Asse 11 - Azione 10.5.7

Nome Luigi Rinaldi
Telefono 0961853794
Email l.rinaldi@regione.calabria.it
Dipartimento Responsabile Presidenza
Dirigente Generale ing. Domenico Pallaria
Dirigente di Settore d.ssa Maria Antonella Cauteruccio
Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Obiettivo

La Regione Calabria sostiene:

  • La realizzazione, la riqualificazione e l’ammodernamento tecnologico di ambienti didattici, laboratori di settore e spazi attrezzati per la ricerca e lo studio;
  • La realizzazione e il potenziamento di ambienti attrezzati multimediali

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Stanziamento

La dotazione finanziaria è pari a € 40.339.652,35

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Beneficiari

  • Università della Calabria
  • Università Magna Graecia di Catanzaro
  • Università Mediterranea di Reggio Calabria
  • Università per Stranieri "Dante Alighieri" di Reggio Calabria 

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Interventi finanziati

I finanziamenti rivolti alle Università riguardano azioni relative all’allestimento ed ammodernamento di Laboratori, Biblioteche, Aule che consentono didattica innovativa, potenziamento delle reti intranet e digitali ed in alcuni casi realizzazioni di infrastrutture universitarie. 
Gli Atenei, nella fase di coprogettazione predisporranno appositi Piani di Intervento per l’individuazione di  puntuali operazioni da ammettere a finanziamento con le risorse a valere sulla azione 10.5.7 del POR.

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Suddivisione delle risorse per gli Atenei

La suddivisione delle risorse destinate al finanziamento per ciascun ateneo è stata approvata con decreto n. 9060 del 10.08.2018.

Università Finanziamento massimo
ammissibile
Universita’ della Calabria € 25.054.046,87
Universita’ Magna Graecia € 8.500.000,00
Universita’ Mediterranea € 6.324.614,20
Universita’ Dante Alighieri € 460.991,28

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Iter procedurale di attivazione

Nel marzo del 2017 è stata attivata la procedura concertativo-negoziale con le quattro Università regionali per la definizione di Piani di intervento infrastrutturali per l’innovazione tecnologica, laboratori di settore e per l’ammodernamento delle sedi didattiche.
La procedura ha previsto l'attivazione di un tavolo di negoziazione tra la Regione e le Università. Il tavolo ha per oggetto i criteri di ripartizione delle risorse, la rilevazione dei fabbisogni e l’elaborazione di Linee Guida per la presentazione dei Piani di Intervento.
Alla fase di negoziazione seguiranno l’approvazione dei criteri di di selezione, la valutazione delle proposte di intervento, l'approvazione dei piani di intervento e la stipula delle convenzioni.

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Modalità di attuazione

L’intervento viene attuato attraverso una convenzione sottoscritta dalla Regione con ciascuna Università. La convenzione prevede gli elementi necessari per disciplinare i rapporti fra la Regione Calabria e le Università nell’attuazione delle operazioni ammesse a finanziamento nell’ambito della procedura concertativa.

Documentazione da produrre:
  • Copia del progetto corredato dall’atto di approvazione;
  • Dichiarazione di disponibilità a realizzare l’operazione;
  • Comunicazione sulla natura (interna/esterna alla p.a.) dei soggetti da incaricare della progettazione di livello esecutivo e (in caso di soggetti esterni) sulle modalità di individuazione dei soggetti esterni alla p.a. da incaricare di tali servizi;
  • Cronoprogramma di realizzazione dell’operazione aggiornato alla data di sottoscrizione della presente convenzione;

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Intensità del contributo

Il finanziamento concesso è pari al 100% delle spese ammissibili.

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Presentazione della documentazione

Al termine del percorso concertativo gli Atenei calabresi, dovranno trasmettere al Settore Alta Formazione e Università del Dipartimento Presidenza a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo:
entro 30 giorni dalla notifica del decreto di approvazione i Piani di Intervento che individuano puntuali operazioni da ammettere a finanziamento.

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Valutazione

La valutazione riguarderà la coerenza formale e sostanziale dei piani di intervento rispetto alle Linee Guida e alla normativa di riferimento e verrà eseguita da un gruppo di lavoro interno al settore che procederà al controllo dell’ammissibilità formale.
La valutazione delle domande sarà affidata ad una Commissione di Valutazione appositamente nominata dall’amministrazione regionale ai sensi della DGR n. 84/2017 s.m.i.

Procedura concertativo-negoziale con le Università calabresi per la definizione di Piani di Intervento infrastrutturali

Obblighi di comunicazione

Il Beneficiario è obbligato al rispetto delle norme previste dal Regolamento UE 1303/2013. Per ciascun intervento che usufruisca del contributo previsto dalla presente procedura il beneficiario è tenuto ad informare i terzi in modo chiaro che l’operazione è stata selezionata nell’ambito del POR Calabria 2014/2020 e che l’intervento viene realizzato con il concorso di risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), dello Stato italiano e della Regione Calabria.