15/06/2020

Avviso EduCare

Un incentivo per la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative rivolto a enti, scuole e organizzazioni no profit

Il Dipartimento per le politiche della famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha pubblicato un Avviso per incentivare la ripresa delle attività educative, ludiche e ricreative dei bambini e dei ragazzi, fortemente penalizzate dall’emergenza sanitaria da COVID-19.

Obiettivo strategico dell’Avviso è quello di promuovere interventi progettuali, anche sperimentali e innovativi, di educazione non formale e informale e di attività ludiche per l’empowerment dell’infanzia e dell’adolescenza.

Possono partecipare: enti locali, in forma singola o associata; scuole pubbliche e paritarie di ogni ordine e grado; servizi educativi per l'infanzia e scuole dell'infanzia statali e paritarie; organizzazioni senza scopo di lucro nella forma di Enti del terzo settore ed enti ecclesiastici e religiosi.

La scadenza dei termini di presentazione delle proposte progettuali è fissata al 31 dicembre 2020. I progetti ammessi a finanziamento dovranno avere una durata di 6 mesi.

La misura - per la quale è previsto un impegno complessivo di 35 milioni di euro (a valere sul Fondo per le politiche della famiglia, esercizio finanziario 2020) – si traduce in un’attenzione specifica nei riguardi di bambini e ragazzi che, a fronte della sospensione delle lezioni scolastiche e la chiusura di tutte le attività ludiche/educative, hanno subito una forte limitazione alle proprie possibilità di empowerment. In particolar modo si intendono sostenere coloro che vivono in condizioni di marginalità sociale e vulnerabilità (quali ad esempio i minori con disabilità e i minori stranieri non accompagnati).

Saranno finanziati, infatti, interventi in grado di contribuire allo sviluppo delle potenzialità individuali e relazionali dei minori coinvolti nelle attività e capaci di promuovere l’impegno verso la società. Le proposte progettuali - che dovranno prevedere opportunità di gioco e apprendimento che consentano una riappropriazione degli spazi di gioco all'aperto - devono essere inerenti ai seguenti ambiti tematici:
- Promozione della cittadinanza attiva, del coinvolgimento nella comunità, e della valorizzazione del patrimonio culturale locale,
- Promozione della non-discriminazione, dell’equità e dell’inclusione sociale e lotta alla povertà educativa,
- Promozione della piena partecipazione e del protagonismo dei bambini e dei ragazzi attraverso l’educazione tra pari (peer education) e il sostegno del dialogo inter-generazionale tra bambini, ragazzi, adulti e anziani e le loro famiglie,
- Tutela dell’ambiente e della natura e promozione di stili di vita sani.

Da link sottostante è possibile visionare il bando e scaricarne gli allegati.