30/06/2020

Riapri Calabria

Disposta l'erogazione dell’incentivo una tantum di 2000 euro alle prime 1000 microimprese calabresi colpite dalla crisi ammesse a contributo

La Regione Calabria, a seguito dell’esito delle attività della Commissione di valutazione, ha approvato il primo blocco di domande ammesse a contributo ed ha disposto la concessione dell’incentivo una tantum alle prime 1.000 microimprese calabresi beneficiarie nell’ambito della misura “Riapri Calabria” che si propone quale sostegno alle attività produttive per favorire la ripartenza dopo lo stop dovuto al lockdown.

Con decreto dirigenziale n. 6803 del 29 giugno 2020 del Dipartimento sviluppo economico e attività produttive (Seap), infatti, l’Amministrazione regionale ha preso atto dell’elenco del primo blocco delle domande dichiarate ricevibili e ammissibili dalla Commissione di valutazione ed ha approvato il prospetto nel quale sono riassunti gli esiti delle attività di valutazione (allegato “A - domande ricevibili e ammissibili”).

Contestualmente la Regione Calabria ha disposto la concessione degli aiuti individuali alle imprese elencate nel prospetto “B – 1° Elenco Codici COR Riapri Calabria” autorizzando Fincalabra Spa, soggetto gestore, a procedere all’erogazione dei contributi spettanti - a valere sulle risorse già trasferite sulla misura “Riapri Calabria” - subordinatamente alla concessione e conferma degli aiuti sul Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA) ed alla comunicazione per la pubblicazione delle agevolazioni sul portale regionale della trasparenza.

La procedura di concessione degli aiuti è stata, in questa prima fase, rallentata dalla necessità di testare la piattaforma ministeriale RNA che occorre utilizzare per la generazione dei codici COR (identificativo dell'aiuto); l’esito è stato positivo, per cui nel prosieguo sarà possibile generare i COR in modalità massiva.

“L'efficienza e la capacità di intervento dimostrata con il piano “Riparti Calabria” - spiega la presidente della Regione Calabria Jole Santelli - è la prova di una Regione che funziona e corre veloce, pure in una situazione di emergenza, e vogliamo che sia così anche quando, dopo avere destinato risorse importanti per salvaguardare le nostre aziende dalla crisi, metteremo in campo gli investimenti per lo sviluppo economico e il rilancio del sistema produttivo calabrese”.

“Seguiamo con molta attenzione – ha dichiarato l’assessore regionale alle assessore alle attività economiche e al lavoro Fausto Orsomarso - le procedure per il trasferimento delle risorse alle micro imprese calabresi che hanno subito pesanti ripercussioni a seguito della sospensione delle attività per l’emergenza Covid. Riapri Calabria, infatti, rappresenta un sostegno concreto per incoraggiare e infondere fiducia a imprese, artigiani e commercianti che vogliono rialzarsi con dignità e continuare ad essere il motore di una Calabria che, con grande senso di responsabilità, chiede solo di poter lavorare e costruire prospettive di crescita per questa terra. Abbiamo autorizzato Fincalabra Spa ad erogare il contributo a fondo perduto alle prime 1000 imprese tra quelle ammesse a cui seguiranno speditamente, adesso che è stata testata la piattaforma ministeriale RNA, le liquidazioni dei bonus da 2 mila euro ai successivi blocchi di beneficiari della misura. L’amministrazione regionale, in questa direzione, ha messo in campo un impegno straordinario in termini di risorse e di semplificazione delle procedure, a favore dei vari comparti produttivi, affinché realtà grandi e piccole del tessuto imprenditoriale siano messe nelle condizioni di fronteggiare la crisi e ripartire”.

Dal link sottostante è possibile consultare la pagina dedicata alll'Avviso e scaricare, dalla sezione allegati, la versione integrale del decreto con i relativi elenchi.