02/08/2018

Summer School Giornate d’Europa

Si è conclusa l’ottava edizione del laboratorio organizzato dall’associazione Centro Rinascimento

Si è conclusa la Summer School Giornate d’Europa 2018. Anche quest’anno lo splendido borgo di Aieta, alle porte del Parco nazionale del Pollino, ha ospitato i partecipanti al laboratorio di pensiero europeista ideato da Gennaro Cosentino e organizzato dall’associazione socioculturale “Centro Rinascimento”.

Per il settimo anno consecutivo il Dipartimento Programmazione Nazionale e Comunitaria della Regione Calabria ha curato all’interno del percorso formativo un ciclo di seminari tematici di informazione sui fondi comunitari riservato ai corsisti. Dal 24 al 29 luglio sono intervenuti all’interno del Palazzo Rinascimentale di Aieta il Dirigente generale della Struttura di coordinamento della Programmazione Nazionale Tommaso Calabrò, il Dirigente del Settore Ricerca scientifica e innovazione tecnologica Menotti Lucchetta, il Dirigente del Settore regionale Fondi di ingegneria finanziaria e di garanzia Felice Iracà, Francesco Molica, della Commissione Europea, Dg Politica Regionale e Urbana, Francesco Foglia, PhD scholar in Global Studies, Premio Jo Cox per studi sull'Europa 2018, la Dirigente regionale del Settore Alta Formazione e Università Antonella Cauteruccio, la Responsabile della Comunicazione del POR Calabria FESR FSE 2014/2020 Ivonne Spadafora.

“Europa: visione e necessità. Come i sogni dei Padri ricadono sui figli”, questo il tema dell’ottava edizione della Summer School che si avvale anche della collaborazione del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università della Calabria insieme ad una rete di soggetti istituzionali, associazioni e fondazioni, nazionali e internazionali. Il progetto formativo, ormai consolidato, ripercorre grazie al contributo di autorevoli docenti e studiosi lo spirito dei Padri europeisti e del Manifesto di Ventotene con l’obiettivo fondamentale di rafforzare, partendo dai giovani, l’idea di un’Europa unita e inclusiva. Durante la settimana i corsisti, studenti e ricercatori provenienti da tutto il mondo, hanno anche scoperto il territorio attraverso escursioni e gite nel Parco nazionale del Pollino e nelle località della costa tirrenica.

Nella edizione 2018 di Giornate d’Europa hanno partecipato attraverso seminari, lezioni e focus, il Presidente del Centro Rinascimento e Direttore della Summer School Gennaro Cosentino, i docenti dell’Unical Giuseppe De Bartolo e Giorgio Giraudi, il Direttore delle politiche regionali e coesione territoriale di Confindustria Massimo Sabatini, la prof.ssa Giovanna Vingelli (Unical), il prof. Donato Verrastro (Università Basilicata), Filippo Corigliano (ricercatore Unical), la prof.ssa Daniela Novarese dell’Università di Messina, il prof. Brunello Mantelli (Unical), il presidente di Pensando Meridiano Giuseppe Mangano, il prof. Guglielmo De’ Giovanni-Centelles dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, i prof. dell’Unical Giampaolo Gerbasi e Alberto Ventura, la prof.ssa Consuelo Nava dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria, i docenti Guerino D’Ignazio e Donatella Loprieno (Unical), il prof. Paolo Garonna della Luiss di Roma, il prof. Pier Virgilio D’Astoli dell’Università per Stranieri di Reggio Calabria, il prof. Luciano Monti della Luiss di Roma, l’ideatrice del Progetto Ciclistico europeo Lucia Bruni.

Al meeting finale, che si è tenuto domenica 29 luglio al Palazzo Rinascimentale di Aieta, hanno portato i saluti istituzionali Mons. Leonardo Bonanno, Vescovo della Diocesi di S. Marco Argentano – Scalea, il Consigliere regionale Giuseppe Aieta, il vicesindaco di Aieta Pasquale De Franco e il consigliere comunale con delega alla Cultura, Serena Gallini.

Presenti al meeting il Presidente del Parco nazionale del Pollino Domenico Pappaterra, il Direttore della Scuola di Scienze delle Amministrazioni Pubbliche dell’Università della Calabria Guerino D’Ignazio, l’ideatrice del Progetto Ciclistico europeo Lucia Bruni.

In seguito alla consegna degli attestati della Summer School tanti partecipanti hanno fornito il proprio giudizio su Giornate d’Europa, elogiando la qualità delle lezioni e del piano didattico che attraverso il confronto e la conoscenza intende far crescere una nuova consapevolezza sulla cittadinanza europea e nel contempo animare il territorio. Durante i seminari curati dal Dipartimento Programmazione, caratterizzati dall’elevato coinvolgimento dei corsisti, per consolidare il lavoro sinergico avviato tra l’Amministrazione regionale e Giornate d’Europa è stata rivolta particolare attenzione ai progetti strategici e alle attività promosse dalla Regione Calabria con l’obiettivo di diffondere le tante opportunità assicurate dalla politica di coesione e dai fondi comunitari.