Reti Territoriali di Conciliazione

Asse: 8 - 10 / Azione: Azione 8.2.1; Azione 9.3.3 e Azione 9.3.4 / Fondo: FESR-FSE /

Stato del bando : pubblicazione


Avviso pubblico "Reti territoriali per la conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro"

La Regione Calabria intende aumentare l’occupazione femminile, aumentare o consolidare la qualificazione dei servizi di cura socio-educativi rivolti ai bambini e a persone con limitazioni dell’autonomia e potenziare l’offerta dei servizi sanitari e sociosanitari territoriali, sostenendo l’accesso ai servizi contribuendo alla promozione/realizzazione di Reti Territoriali di Conciliazione, quali presidi territoriali per tutelare e promuovere la conciliazione tra tempi di vita e di lavoro.

 

Nome Dott.ssa Rita Calio
Telefono +39 0961 858483
Email ri.calio@regione.calabria.it
Dipartimento Responsabile Dipartimento Sviluppo Economico, Lavoro, Formazione e Politiche Sociali
Dirigente Generale Dott. Fortunato Varone
Dirigente di Settore Dott.ssa Rosalba Barone
Reti Territoriali di Conciliazione

Obiettivi

 
La Regione punta a:
  • Sostenere l’occupazione femminile tramite strumenti di politica attiva del lavoro e di conciliazione dei tempi di vita e di lavoro
  • Favorire lo sviluppo di Reti Territoriali di Conciliazione con la costituzione di Accordi Territoriali di Genere tra soggetti pubblici e privati finalizzati alla promozione di azioni a supporto della partecipazione femminile al mercato del lavoro e sostenendo l’accesso ai servizi socio-educativi per i minori in favore delle donne e nuclei familiari con esigenze di cura

 

 

Reti Territoriali di Conciliazione

Beneficiari

I soggetti beneficiari sono le Reti Territoriali di Conciliazione già costituite o da costituire, composte da massimo 10 soggetti tra pubblici e privati che opereranno sulla base di un Accordo Territoriale di Genere per la messa in rete di servizi e interventi nell’ambito territoriale di riferimento. Sono soggetti ammissibili:
  • Ambiti Territoriali della Calabria
  • Centri per l’Impiego
  • Associazioni di categoria, Sindacati, Enti bilaterali
  • Soggetti del Terzo Settore, del privato sociale e del volontariato
  • Ordini, collegi, associazioni professionali
  • Soggetti pubblici o privati portatori di interessi diffusi e coerenti con le finalità della rete

Tutti i soggetti aderenti alle Reti o sottoscrittori dell’Accordo devono avere sede operativa in Calabria; ciascuna Rete può presentare una sola proposta e ogni Ambito Territoriale può partecipare ad una sola proposta

 

Reti Territoriali di Conciliazione

Destinatari

  • Donne disoccupate, inoccupate e inattive con carichi di cura/assistenza di parenti e affini, sino al terzo grado, con un’età compresa tra 0 e 14 anni
  • Donne lavoratrici comprese le lavoratrici autonome con carichi di cura/assistenza di parenti e affini, sino al terzo grado, con un’età compresa tra 0 e 14 anni

Reti Territoriali di Conciliazione

Stanziamento

€ 12.050.000

Reti Territoriali di Conciliazione

Accordo Territoriale di Genere (ATG)

L’ATG è stipulato tra i soggetti che costituiscono la Rete e disciplina ruoli e responsabilità dei partner. Nello specifico prevede:
  • L’individuazione del capofila
  • L’indicazione di almeno un soggetto per ogni categoria di beneficiari
  • La responsabilità solidale dei partner nei confronti della Regione Calabria
  • L’indicazione del ruolo di ogni partner
  •  
Il capofila è autorizzato a:
  • Coordinare la predisposizione della documentazione e curarne la trasmissione
  • Coordinare i flussi informativi con la Regione
  • Coordinare la rendicontazione e trasmetterla alla Regione Calabria

Reti Territoriali di Conciliazione

Interventi finanziabili

Sviluppo e promozione delle Reti Territoriali di Conciliazione
Potranno essere realizzate le seguenti attività:
  • Attivazione di sportelli territoriali di assistenza e supporto alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro
  • Attività di animazione e informazione sulle misure di conciliazione, sugli strumenti normativi di attuazione delle pari opportunità e per il contrasto delle discriminazioni
  • Servizi di orientamento e semplificazione all’accesso ai servizi
Erogazione di Buoni Servizio per l’accesso ai servizi socio-educativi per la prima infanzia e l’adolescenza (tra 0-14 anni)

Tre elementi caratterizzano il buono: 

  • Designazione del destinatario
  • Designazione del servizio
  • Importo del voucher

Sono ammissibili:

  • Buoni Servizio per l’accesso ai servizi per la prima infanzia (0-3 anni) spendibili presso:
    • nido e micro-nido d’infanzia
    • educatore/educatrice familiare
    • educatore/educatrice domiciliare
    • centri per i bambini e famiglie
    • spazi gioco per bambini
    • baby sitter
  • Buoni Servizio per l’accesso ai servizi per l’adolescenza (4-14 anni) spendibili presso:
    • Centri diurni per bambini e adolescenti
    • Centri diurni per minori e adolescenti con disabilità
    • Centri socio-educativi minori e adolescenti con disabilità
    • Centri di aggregazione giovanile
    • Centri per i bambini e famiglie
    • Spazi gioco per bambini

I Buoni Servizio per l’adolescenza sono spendibili anche in servizi di supporto quali:

  • trasporto e accompagnamento per il figlio minore per attività post scolastiche fino a 14 anni di età e servizi di trasporto per cure
  • servizi preposti nell’ambito delle attività estive pre-post scuola

Adozione di forme di erogazione e fruizione flessibile dei servizi per l’infanzia e l’adolescenza

  • La Rete potrà concedere incentivi a strutture/servizi già autorizzati relativi all’adozione di forme di erogazione flessibile come, per esempio, l’estensione degli orari di apertura, l’apertura in giorni festivi, in orari serali o on demand.

Reti Territoriali di Conciliazione

Contributo

Il contributo massimo è:
  • € 350.000 nel caso di un progetto ricadente in un unico Ambito
  • € 500.000 nel caso di progetti ricadenti in 2 o più Ambiti limitrofi

 

Reti Territoriali di Conciliazione

Spese ammissibili

Sono ammissibili le spese ricomprese nel piano dei costi che è allegato all’Avviso. La spesa deve comunque essere:
  • pertinente ed imputabile all’operazione
  • effettivamente sostenuta dal beneficiario e comprovata
  • sostenuta nel periodo di ammissibilità delle spesa
  • tracciabile ovvero verificabile attraverso una corretta e completa tenuta della documentazione
  • contabilizzata

Reti Territoriali di Conciliazione

Domanda

Le istanze di partecipazione potranno essere presentate a partire dalle ore 12.00 del 15° giorno ed entro le ore 12:00 del 60° giorno dalla data di pubblicazione del presente avviso avvenuta sul  BUR Calabria n.115 [Parte 3a] del 14.11.2017.

Pena l’esclusione, la domanda di partecipazione va inoltrata attraverso la piattaforma informatica regionale http://avvisi.regione.calabria.it (Piattaforma AVVISI), previa procedura telematica di registrazione, 
a partire dalle ore 12.00 del 29 novembre 2017 ed entro e non oltre le ore 12.00 del 15 gennaio 2018.

 

 

Reti Territoriali di Conciliazione

Valutazione

Il procedimento prevede la valutazione da parte di apposita Commissione di valutazione e l’attribuzione di un punteggio di merito che determina la composizione di una graduatoria

News Data

Reti territoriali di conciliazione

Approvata versione definitiva del bando
11/11/2017 Leggi

Reti Territoriali per la Conciliazione tra i tempi di vita e di lavoro

Bando in pre-informazione
17/07/2017 Leggi
Per informazioni e chiarimenti:

Per il supporto tecnico relativo alla Piattaforma: supportotecnico.conciliazione@fincalabra.it