Bando fare scuola fuori dalle aule

Asse: Asse 12 / Azione: Azione 10.1.1 / Fondo: FSE /

Stato del bando : preinformazione


Una Calabria sempre in crescita

Nome Dott.ssa Serafina Musolino
Telefono -
Email s.musolino@regione.calabria.it
Dipartimento Responsabile Turismo e Beni Culturali, Istruzione e Cultura
Bando fare scuola fuori dalle aule

Obiettivi

La Regione Calabria intende promuovere la realizzazione di progetti integrati extracurricolari rivolti alle scuole primarie e secondarie di 1° e 2° grado, realizzati prioritariamente nel territorio regionale calabrese e comunque al di fuori della sede dell’Istituzione scolastica, finalizzati alla riduzione del fallimento precoce e della dispersione scolastica e formativa nelle aree ad elevato disagio sociale.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Beneficiari

Le istituzioni scolastiche statali primarie e secondarie della regione Calabria in modalità singola o in rete. Sarà riconosciuta premialità ai progetti provenienti da aree rispetto alle quali sia dimostrata la presenza di un maggior rischio criminalità, devianza o la relativa territorialità marginale dell’istituzione coinvolta, e alle scuole ad alto rischio di abbandono scolastico che presenteranno domanda in reti composte da almeno due Istituzioni Scolastiche distinte. Sarà, altresì, riconosciuta priorità ai progetti che presentano un elevato livello di innovatività degli spazi laboraratoriali, dei materiali didattici e delle attrezzature previste ed un livello di professionalità adeguato delle figure professionali coinvolte.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Stanziamento

L’ammontare complessivo delle risorse è pari a € 3.281.942,80.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Caratteristiche dei progetti ammissibili

Ogni Progetto dovrà sviluppare, in particolare, un solo ambito tematico tra i seguenti:

  • Sostenibilità ambientale ed ecologia;
  • Solidarietà e cooperazione sociale;
  • Competenze espressive e linguistiche;
  • Scienza e Matematica;
  • Sport e benessere;
  • Identità culturale, arte, storia e tradizioni.

Il progetto dovrà riguardare la realizzazione di itinerari didattici integrativi e flessibili da svolgersi in contesto extra-scolastico e in modalità laboratorio (campi scuola), con particolare attenzione alla scoperta delle peculiarità del territorio regionale. I progetti possono essere ricompresi in una delle seguenti tipologie:

  • viaggi d'integrazione della preparazione d'indirizzo, finalizzati all'acquisizione di esperienze tecnico-scientifiche e al rapporto tra scuola e mondo del lavoro;
  • viaggi d'integrazione culturale, finalizzati alla conoscenza del territorio;
  • viaggi nei parchi e nelle riserve naturali considerati come momenti conclusivi di progetti in cui siano sviluppate attività connesse alle problematiche ambientali;
  • viaggi connessi ad attività sportive, che devono avere anch'essi valenza formativa, anche sotto il profilo dell'educazione alla salute.

I progetti dovranno:

  • durare min. 5 max. 10 giorni (viaggio compreso);
  • coinvolgere min. 25 e max. 50 partecipanti per modulo;
  • essere realizzati tra luglio e ottobre 2018;
  • prevedere minimo uno e massimo due moduli di formazione;
  • prevedere la presenza di un accompagnatore di sostegno ogni alunno disabile coinvolto;
  • svolgersi al di fuori della provincia di localizzazione dell’Istituzione Scolastica proponente;
  • costare max. 66.000,00 euro (€ 33.000,00 per ciascun modulo).

Per la selezione dei partecipanti dovranno essere previsti criteri selettivi che privilegino gli alunni in condizioni di svantaggio sociale, quali ad esempio:

  • status socio-economico della famiglia di origine;
  • a maggior rischio di abbandono scolastico;
  • con disabilità;
  • cittadini di paesi terzi.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Spese ammissibili

Le voci di spesa ammissibili sono:

  • le spese per la direzione ed il coordinamento dell’iniziativa, per i docenti esperti, per gli animatori degli itinerari, i costi di viaggio, vitto, alloggio e assicurazione di queste figure e di eventuali accompagnatori di alunni disabili;
  • spese per gli allievi, ovvero costi di assicurazione, di trasporto e soggiorno, di ristorazione e quant'altro è previsto dal progetto in relazione ai partecipanti;
  • spese di gestione e funzionamento, vale a dire i costi del personale coinvolto nella gestione amministrativa dell’iniziativa e l’acquisto di materiali di consumo e didattico;
  • spese per la pubblicizzazione del progetto, le pubblicazioni a stampa, la realizzazione di momenti di comunicazione dei risultati raggiunti.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Contributo

L’importo massimo del contributo erogabile per ciascun progetto è di € 66.000,00

Bando fare scuola fuori dalle aule

Domanda di partecipazione

La domanda di contributo, sottoscritta con firma digitale e completa della documentazione prevista e relativi allegati, deve essere trasmessa entro 30 giorni dalla pubblicazione dell’Avviso Pubblico sul BURC in un unico file formato pdf di dimensione massima di 35 MB a mezzo PEC all’indirizzo: bandi.tisc@pec.regione.calabria.it.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Valutazione

La procedura di selezione è a graduatoria. La valutazione delle domande sarà eseguita da una commissione costituita da personale interno di comprovata esperienza in materia di istruzione.

Bando fare scuola fuori dalle aule

Informazioni

  

È possibile richiedere informazioni:

  • il lunedì e il venerdì dalle ore 10 alle 11 ai seguenti numeri di telefono: 0961/858565 n.0961/853765
  • presso gli Uffici del Dipartimento n. 10 - Località Germaneto- Cittadella Regionale- Catanzaro, esclusivamente nei giorni di lunedì e venerdì dalle ore 9 alle 13
  • via e-mail all’indirizzo del responsabile di obiettivo : musolino@regione.calabria.it

News Data

Bando Fare scuola fuori dalle aule

Dal POR circa 3,3 milioni di euro per attività didattiche extracurricolari
30/03/2018 Leggi
Allegato Data
Avviso Pubblico 05-04-2018 Scarica